LA BOTTIGLIA DI VINO

L’archivio del Comune di Valguarnera era collocato a piano terra del Palazzo di città, proprio dietro l’Ufficio Anagrafe, lì dove lavorava Zio Ciccio, uomo di grande esperienza anche per la sua anzianità di servizio e grande conoscitore dell’animo umano. Ogni tanto, gli impiegati comunali che prestavano servizio in quell’Ufficio, usavano organizzare una schtcchiàta proprio nei […]

Vincenzo il fontaniere: IL PERGOLATO

Contrada Mandrascate si trova a pochi minuti di macchina dal centro abitato di Valguarnera, anche se i proprietari di tutta la zona sono cittadini valguarneresi, la contrada fa parte del territorio di Enna. Se dalla periferia di Valguarnera (grotte di Baldassare) si guarda verso Mandrascate si rimane, come si suol dire, a bocca aperta, si […]

Vincenzo il fontaniere: I DUE OMBRELLI

Quel giorno di gennaio, subito dopo le feste natalizie e il Capodanno, pioveva e quella pioggia era proprio ciò che serviva all’agricoltura: nè forte nè piano, in modo che i terreni seminati a grano l’assorbissero tutta. Si discuteva di questo all’interno del Circolo Operai San Giuseppe . – Acussì i vddàn su cuntènt; – Ma […]

Vincenzo il fontaniere: I CONIGLI INCUSTODITI

Il Fontaniere Capo (Vincenzo) del Comune e gli aiutanti fontanieri, all’epoca, erano tutti cacciatori di conigli. In paese i cacciatori erano così numerosi che si aprì un circolo dove la sera si incontravano e c’era la gara a chi la sparava più grossa. Un nostro compaesano, che insegnava a Roma, quando si apriva la caccia […]

Vincenzo Il fontaniere: LA FIAT 127 TRUCCATA

Quando Vincenzo il fontaniere e Svampa Lavùr andavano a caccia insieme, partivano dal paese la mattina mentre era ancora buio. Vincenzo si sedeva dietro assieme al cane, il suo compagno alla guida, mentre nel sedile di davanti mettevano la gabbia con il furetto. Svampa Lavùr, visto che la macchina era sua, voleva decidere da solo […]

Vincenzo il fontaniere: I MARENGHI D’ORO

A Vincenzo il fontaniere piaceva andare a caccia di conigli selvatici in compagnia di un suo grande amico, anche lui grande appassionato cacciatore. Era un tipo molto simpatico ma un po’ nervoso e, come si dice dalle nostre parti, “svampa lavùr”. Per questo suo carattere si prestava perfettamente agli scherzi del fontaniere. Così, dopo ogni […]

Vincenzo il fontaniere: PUPA

Chi era Pupa? Pupa era un cane, anzi una cagnolina che passava tutto il giorno, dalle 7 di mattina fino alle 13, con Vincenzo il fontaniere. Sì, proprio così perché a ora di pranzo rientrava a casa dai suoi padroni. E’ stato sicuramente un caso raro. Pupa lasciava la casa dei suoi padroni alle 7 […]

LO STUDENTE

Voci concitate dal corridoio cancellarono del tutto il torpore di quel primo mattino di maggio. “Fuori, fuori, tutti fuori, presto”. I poliziotti, con casco e manganelli, cominciarono a perquisire le stanze cacciando i giovani assonnati, chi in pigiama, chi in canottiera e mutande. Erano tutti in fila, compresa qualche ragazza, quasi tutti consapevoli di quanto […]

VIA SANT’ELENA

Non sempre la via Sant’Elena ha avuto, per Valguarnera, l’importanza sociale che riveste tutt’ora. Un tempo, quando la calura estiva invogliava ad uscire per prendere una boccata d’aria, la meta privilegiata era la Val di Noce. Percorrendo una breve strada in salita, ci si inoltrava verso una via che conduceva alle campagne, dove il profumo […]

Vincenzo il fontaniere: IL BUSTO DI MARMO

Il Comune di Valguarnera, negli anni 1980, autogestiva il servizio idrico ed aveva in pianta organica un fontaniere capo che disponeva di tre aiutanti. Uno di questi ultimi aveva la cattiva abitudine di chiedere dei permessi, assentandosi continuamente dal lavoro. Il capo non gradiva questo modo di fare e tra i due non correva buon […]