IL DECAMERONE SICILIANO

[Melo Freni, noto giornalista e scrittore siciliano, si è recato più volte a Valguarnera sulla tracce di Francesco Lanza, come racconta in questa lettera indirizzata all’antropologo Luigi Lombardi Satriani. La lettera non è datata ma con ogni probabilità risale ai primi anni 1980. E.B.] Caro Luigi, hai dunque ricevuto la fotografia che mi hai chiesto […]

IL TRENO DEL NORD

Francesco Scalzo è nato a Valguarnera nel 1926, appartenente una nota famiglia di macellai. Nel 1952 emigra in Belgio, a Seraing, dove lavora in miniera e nell’industria siderurgica e dove rimane fino… Continua a leggere…

UN NERO A VALGUARNERA

Jean, un africano che da giovane, molti decenni prima, era stato a Valguarnera ospite dell’amico Enzo, riceve una lettera che lo induce a ritornare in paese. È ancora una volta ospite del vecchio amico che, per l’occasione, è ritornato anche lui. Escono da casa per fare quattro passi. Più o meno a metà della strada […]

IL GIARDINO DI MIMOSE

Mia madre, nella sua imponente bellezza di donna matura e ancora giovane, sferruzzava seduta all’ombra che la casa proiettava sul giardino nel primo pomeriggio di luglio e, di tanto in tanto, alzava una mano a cacciar via le mosche che le si posavano sul viso: a quei tempi in paese non si faceva la disinfestazione […]

PAOLINA

Era bella Paolina, col vestito rosa a pieghe e il cappello di paglia in tinta, che passeggiava con la sorella lungo via Garibaldi che pullulava di gente per la festa di San Cristofero. Quel vestito glielo aveva cucito la sua zia Paola Blanca, sarta rinomata in paese, e vi aveva messo tanta cura perché, proprio […]

U PUVIREDDU

‘N picciriddu  picciriddu, puvreddu  puvreddu cammnava ‘e strati strati ca paria ‘n vicchiareddu. Trascinava li gammuzzi, comu scroppi ‘nsiccamati, e avia li gargiuzzi sculuruti e arrappati. Cu li manu sicchi sicchi e li pè mptrati dumannava  a li ricchi  ch’ scuntrava  p’ li strati. Nenti avennu n’ la panza e cu sculu nto nasuzzu, s’ […]

Vincenzo il fontaniere: IL VELENO PER I TOPI

Giuseppe Di Fonte, commerciante di Valguarnera, passava il periodo estivo nella sua casa di campagna, in contrada Mandrascate. Quella volta, prima di traferirsi per la stagione estiva, si accorse che stranamente, nella sua residenza di villeggiatura, si vedevano topi dappertutto. Certamente non poteva portare la famiglia in campagna in quelle condizioni. Si sa. le donne […]

IL MESSICANO

Don Calogero, di mestiere messo comunale, era fiero dell’orticello che aveva creato nel suo appezzamento di terreno in contrada Mandrascate. Durante l’estate riusciva a produrre pomodori, melenzane e peperoni per la famiglia. Tutta roba di grande qualità perché l’acqua che usava era potabile e, quindi, niente prodotti che potessero nuocere alla salute. Nel terrazzo della […]

Vincenzo il fontaniere. I CIOCCOLATINI PURGATIVI

Tutti sanno che nelle farmacie sono in vendita dei finti cioccolatini che si danno ai bambini per purgarli. Vincenzo il fontaniere quando venne a sapere della loro esistenza ne inventò una delle sue. Al Circolo Operai di Valguarnera, la sera si giocava a carte. Un gruppo di cinque amici, ogni sera si riuniva per giocare […]